Un venerdì di Musica ed Emozioni

Stasera ho passato un venerdì diverso, mi sono immersa totalmente nella musica.

Era da tanto tempo che non riascoltavo le canzoni che mi piacciono, al massimo mettevo un po’ di musica alla radio come sottofondo ma non ci prestavo troppa attenzione.

A me la musica piace soprattutto quando nelle canzoni ritrovo pezzi di me, della mia vita, dei miei ricordi, è come se quelle melodie fossero le foto di un grande album ed ognuna di esse racchiudesse un’emozione.

Quanta musica è passata dalle mie orecchie, tra canzoni che forse conosco solo io e altre che hanno fatto compagnia a milioni di persone. Molti dei miei ricordi sono accompagnati da una colonna sonora, dalla mia infanzia fino ad oggi. Ricordo ancora quando alla prima vera cotta a 15 anni quando vidi il “tipo della 4C” con un’altra mi sono finita di lacrime sulle canzoni di Alex Baroni, oppure alle cotte seguenti mi consolavo con le canzoni degli 883, poi fortunatamente ho smesso di avere cotte e mi sono innamorata del mio primo fidanzato e li si che le canzoni erano altalenanti, tra quelle in cui l’amavo e quelle in cui volevo lasciarlo, insomma un vero dilemma ormonale. Ci sono canzoni che raccontano delle mie vecchie amicizie, quelle finite e quelle attuali, canzoni dedicate a mia sorella, ai miei genitori, canzoni per chi non è più tra noi e ci guarda da una prospettiva più alta, quest’ultime sono le canzoni che spesso mi fanno commuovere e per questo spesso cerco di evitarle perché a volte i bei ricordi cedono il passo alla malinconia.

Canzoni che ci hanno dedicato, canzoni per cantare, canzoni che mi fanno ridere o piangere. Penso di aver associato una canzone ad ogni persona che ha avuto un ruolo importante nella mia vita e così ogni volta che le riascolto, magari anche per sbaglio, ricordo quanto di prezioso ha messo nel mio bagaglio.

Quanti cantanti dovrei ringraziare di aver creato dei capolavori che hanno aggiunto colore alla mia vita.

Lucio Battisti, lui si che è stato un compagno di viaggio eccezionale, quasi il passeggero accanto al mio posto di guida, Mina che ha messo a dura prova le orecchie dei miei amici quando mi mettevo in testa di cantare le sue canzoni al karaoke, le merende a pane e Venditti, le urla a scuarciagola con la Nannini, i Queen e i Beatles, Barry White…

Potrei fare una lista di cantanti infinita, cominciando da Fred Buscaglione, passando per Sinatra e finire con i Modà… anche se accostare Sinatra ai Modà è come fare un sandwich con pane e sabbia.

E poi c’è la musica motivazionale, quella musica che quando la senti improvvisamente ti senti come Peter Parker morso dal ragno, si, ti senti esattamente come Spider man, capace di qualunque cosa!! Quando sento Bette Davis Eyes, beh, in quel momento divento rossa e blu con una ragnatela disegnata sul petto.

Le canzoni preferite, quelle si che sono degli autentici tesori, sono quelle canzoni senza tempo che non ti annoierai mai di sentire nemmeno quando l’avrai ascoltate 2000 volte.

Beh, io stasera, ho fatto rifornimento di parole, suoni ma più che altro di quelle poesie che mi accompagnano da sempre nel mio cammino.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...