Instagram nella mia vita

E’ un po’ di tempo che non scrivo qualcosa di me e mi ritrovo a scrivere adesso, proprio sotto questo clima Natalizio.

Questo anno è stato un anno di rivoluzioni, cambiamenti che in qualche modo mi hanno segnata, mi hanno messa alla prova e probabilmente mi hanno fatto venire anche la pelle più dura.

Spesso si pensa che chi pubblica foto su Instagram abbia una vita rosa e fiori, che magari abbia la testa leggera e libera da qualsiasi tipo di preoccupazione, che non abbia niente da fare, oppure semplicemente che la vita con quella persona sia stata più buona che con altre.

Sarebbe bello se fosse così, perlomeno per me… Ma la vita non è una serie di foto, la vita è quello che ti succede, non quello che pubblichi su Instagram in cui decidi cosa vuoi far vedere agli altri con il filtro “vita perfetta”.

Ho scoperto Instagram in un periodo della mia vita molto particolare, o meglio, già ne conoscevo l’esistenza ma non usavo questo tipo di social. Incuriosita da alcuni contenuti, mi sono accorta di quanto Instagram sia un social leggero, pieno di emozioni positive, di foto colorate e di persone che non si lamentano delle proprie sfortune ed era quello che mi serviva per distrarmi da una vita che in quel momento mi stava soffocando.

Beh, se la devo dire tutta , questo social mi ha distratto da tutto ciò che non riuscivo più a gestire. Avevo bisogno di staccare, di rifugiarmi in qualcosa che mi potesse distrarre da tutte le faccende serie che mi giravano attorno.

Sono arrivata a un punto della mia vita che sentivo il peso delle mie responsabilità come un macigno sullo stomaco, ero veramente esaurita: orari di lavoro improponibili, circondata da persone velenose, questioni familiari spesso scomode e in più si aggiungevano tutti gli impegni di routine quotidiana, il tutto condito da una gastrite che mi ha perseguitata per quasi due anni con tutti i disturbi annessi. Insomma ero veramente quello io chiamo “CATORCH” per richiamare il catorcio. Raggiunto il culmine, tra una pippa mentale e l’altra, ho chiuso drasticamente tutte le porte a ciò che mi causava questo disagio. Immaginatevi voi come sono cascate dal pero tutte quelle persone che non si aspettavano una reazione del genere. Eppure io avevo avvertito chiunque del mio disagio, ma la realtà è che gli altri non cambiano se non sei tu a farlo! Sono stata criticata penso in ogni modo possibile, sono stata reputata cinica e drastica nelle mie scelte e la verità è che da quel momento mi sono sentita libera da ogni singola parola che mi è stata accostata.

Instagram è stato il mio rifugio, dei tappi alle orecchie per non sentire tutto ciò che avrebbe potuto ferirmi. Questo social mi ha fatto compagnia tutte quelle volte che per lavoro ero lontana da casa e avevo bisogno di parlare con qualcuno di quanto fosse bello il caldo di luglio, mi ha dato conforto in tutte quelle foto in cui si vedono famiglie felici, mi ha strappato sorrisi inaspettatamente con qualche video buffo, mi ha dato tenerezza con le foto splendide sugli animali e dei loro padroni che li amano, mi ha fatto viaggiare attraverso le foto di alcuni travel blogger che mi hanno fatta sognare, mi ha fatto sentire meno sola quando ero lontana da casa e in realtà mi ha fatto sentire meno sola anche quando a casa c’ero già. A volte tutto quello che è frivolo non è forzatamente stupido, anzi, la frivolezza era tutto ciò di cui avevo bisogno!

Non è stato facile affrontare il periodo che vi ho raccontato in un modo blando ma che comunque per quanto ho voluto condividere in parte con voi preferisco che rimanga nei dettagli chiuso negli abissi remoti del mio cuore.

Attraverso Instagram sono riuscita a tornare ad amare me stessa, imparando a considerarmi una priorità tra le priorità.

” QUALCHE SCIOCCHEZZA, DI TANTO IN TANTO, AIUTA TUTTI GLI UOMINI A VIVERE D’INCANTO” WILLY WONKA

2 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...