Orvieto: cosa vedere in 2 giorni

Orvieto è una cittadina in provincia di Terni costruita su una grossa rupe di tufo e si trova nel territorio della Tuscia dove mistero e bellezza si incontrano tra Toscana e Lazio.

Leggendo un libro sui luoghi misteriosi ho aperto casualmente la pagina su Orvieto e sono stata incuriosita da i suoi sotterranei di cui ignoravo l’esistenza. Siamo partiti in camper nel primo weekend disponibile e ci siamo diretti verso questa città cercando di vedere più cose possibili, ma vi avverto già che avrei voluto rimanerci un giorno in più.

I luoghi che abbiamo visitato sono:

  • Duomo, Cattedrale Santa Maria Assunta
  • Sotterranei
  • Labirinto di Adriano
  • Pozzo di San Patrizio
  • Pozzo della Cava
  • Necropoli Etrusca

Passeggiando intorno alla rupe attraverso una salita si arriva nel centro di Orvieto, caratteristico per le sue costruzioni in tufo. fino ad arrivare al Duomo, la Cattedrale di Santa Maria Assunta, che è di una bellezza disarmante. Non ci saremmo mai aspettati di trovare una Basilica così imponente e maestosa in una cittadina di 20.000 abitanti.

Davanti la facciata si trova la biglietteria per poter acquistare i biglietti per la visita guidata ai sotterranei. Pensate che sotto tutta la città di nasconde una vera e propria metropoli di strade, cunicoli, passaggi che ancora oggi cercano una spiegazione. La tesi più accreditata è quella che il tufo prelevato, secondo dei criteri precisi per non far cedere la città soprastante, servisse per costruire le abitazioni. Nel corso dei secoli sono stati utilizzati per svariati motivi, tra piccole botteghe, per ripararsi dalle guerre e addirittura per l’allevamento di tortore. Inoltre è possibile visitare anche un altro sotterraneo privato, Il labirinto di Mariano, scoperto casualmente dal possessore di un ristorante, e ci ha particolarmente colpito per la cura dei dettagli che ha fatto di questo luogo un posto piacevole ed accogliente.

Inoltre ad Orvieto ci sono tanti pozzi che si incontrano anche camminando nei sotterranei. Il Pozzo della Cava, è famoso perchè ogni anno viene allestito un presepe a grandezza umana dedicato ad un personaggio biblico, è il più bel presepe che io abbia mai visto e merita davvero una visita.

Il Pozzo di San Patrizio, uno dei luoghi più conosciuti del posto, è un capolavoro di architettura. Due corridoi a spirale, uno per scendere e l’altro per risalire per fare in modo che gli asini che scendevano per prendere l’acqua non si scontrassero con quelli che risalivano. Si dice che sia un luogo che purifica l’anima, ma non ci sono molte informazioni a riguardo.

Infine siamo riusciti a visitare anche la Necropoli Etrusca, proprio sotto la rupe di tufo, fuori dalle mura della città. Anche questa molto interessante e ben conservata.

Sicuramente i sotterranei mi hanno lasciato ancora qualche curiosità ed in generale Orvieto è uno di quei posti che mi ha lasciato la voglia di tornarci perchè mi sembra di non aver visto abbastanza.

CONSIGLI

CANI – I cani sono i benvenuti, possono entrare nei sotterranei, nel Labirinto di Mariano, nella necropoli etrusca e nel Pozzo della Cava. NON possono entrare nel Pozzo di San Patrizio

TICKET – Tenete tutti i ticket perchè mostrandoli avrete degli sconti per le visite

CAMPER – C’è una sosta a pagamento vicino le ferrovie su Str. della Direttissima, 63, da qui potete salire in città con la funivia. Se siete autonomi come noi, potete parcheggiare al parcheggio della Necropoli dove si trova un piccolo chiosco e c’è la rampa di scale che vi condurrà dritti al centro ( circa 15 minuti di camminata a passo moderato)